lingua:

Roberto Dobran "Amori miei"

martedì 26 febbraio 21:00

Roberto Dobran presente il suo nuovo libro "Amori miei - quasi rime romanzate a tragicommedia" accompagnato al sax da Clarissa Durizzotto.

Roberto Dobran nasce a Pola e, attratto dal suadente richiamo dell’amore, prima di concludere a Urbino gli studi universitari si trasferisce a Lubiana. Dopo qualche anno di residenza in Slovenia, varie vicissitudini lo riportano a Pola, dove trascorre la maggior parte del tempo dietro il bancone di un bar in gestione e dietro la scrivania della redazione cittadina del quotidiano fiumano “La voce del Popolo”. Il suo girovagare termina – forse sì forse no – quando si trasferisce a Gorizia, dove vive e opera tuttora.

Sin da sempre predilige sopra ogni altra cosa l’ozio, costantemente importunato dagli obblighi dettati dalla quotidianità e frammentato, qua e là, da sporadiche scritture. Ha pubblicato le sillogi “Implosioni” (2001) ed “Esodi” (2003, nel 2004 in lingua croata col titolo Egzodusi) nonché l’opera non si genere “Patacca Globale” (2012, rivista ed aggiornata nel 2017). Nel 2018 “Implosioni” ed “Esodi” s’accorpano in un unico volume digitale intitolato “Felicità N0n0stante”. È altrettanto del 2018 la silloge “Amori miei”. 

Per puro diletto si è interessato alla poesia dell’Istria e del Quarnero nella seconda metà del Novecento, specificatamente dei poeti di lingua italiana oppure cultori delle parlate istrovenete e istriote. I suoi articoli di critica letteraria sono raccolti ne “Le parole rimaste” (2010), di cui l’autore ne è stato inoltre curatore a fianco di Nelida Milani.