lingua:

DAE: OHOLO!, CARLO MASCOLO, VISUAL #4, ESPOSIZIONI

giovedì 10 agosto 21:00



Dobialab presenta la prima serata della XVI edizione di DOBIARTEVENTI, che per quest'anno vede un programma di tre giorni. L'evento e' realizzato grazie alla collaborazione con il comune di Staranzano, BCC, realta' come HYBRIDA, Porto dei Benandanti, Viva Comix e Warrior Charge Soundsystem.
La formula del festival vede accanto a degli eventi giornalieri un'esposizione collettiva per tutte e tre le giornate.

Giovedì 10 agosto

CARLO MASCOLO (ITA) - trombone preparato
“Fonografie del III° millennio”

Un progetto in solo trombone preparato a cura di Carlo Mascolo, musicista improvvisatore che attinge da esperienze pregresse come il jazz, la world music, la computer music e la musica improvvisata, alla ricerca di nuovi impasti timbrico-sonori.











OHOLO! (SLO) - avant jazz

Oholo è una delle poche band capaci di fondere varie forme del jazz e della musica africana trasponendole nel contesto delle sonorità astratte della musica improvvisata. La loro musica si distingue per il groove sotterraneo e per l'energia della fire music tipica del free jazz ‘70.

Jure Boršič : sax alto
Andrej Fon : clarinetto, sax tenore
Marko Jenič : violino
Andrej Boštjančič - Ruda : chitarra elettrica
Tomaž Grom : contrabbasso 
Jošt Drašler : contrabbasso 
Vid Drašler : batteria












MARINO CECADA (ITA) - installazione video
VISUAL #4

Marino Cecada lavora a 360gradi con l’audiovisivo spaziando dalla sperimentazione ai grandi palchi; ha realizzato diverse installazioni artistiche e ha girato numerosi spot e videoclip. A quest’edizione di DAE presenterà il suo nuovo progetto VISUAL #4.

ESPOSIZIONI:


PABLO CHIEREGHIN (AUT) - installazione

Pablo Chiereghin, artista visivo nato ad Adria (Ro) e dal 2008 residente a Vienna. La sua ricerca si basa sulle dinamiche sociali e politiche, le sue azioni, performance o interventi sono concepiti in dialogo con il pubblico e giocano spesso con le interferenze tra medium e significato.
Ha collaborato con numerose istituzioni e gallerie in Austria, Italia e Svizzera, in particolare a Ginevra, Vienna, Milano e inoltre a Palazzo Strozzi a Firenze, Trieste Contemporanea, e das weisse haus a Vienna. 



NICO COLLE (ITA) - installazione 
BUMBULA … BUMBULA

La scultura installazione fa parte di un percorso di sperimentazione e ricerca iniziata qualche anno fa durante i miei viaggi in Perù. E' un’esplorazione sullo spazio e sui volumi scultorei, indagine sulla trasparenza e sul “peso” della scultura attraverso l'uso e la manipolazione di un materiale (arundo donax, ciane gargane) tanto innovativo nel fare arte quanto antichissimo nella pratica rurale e popolare. 




CARTOLINE DAL FUTURO - installazione / mail-art

Il progetto consiste nell'invitare tutti i partecipanti alle precedenti edizioni del festival ad illustrare/creare/ scrivere/incollare/ inventare/deturpare una cartolina ed inviarla a Dobialab per un’esposizione di mail-art in una continuità o riscoperta di contatti umani e creazioni artistiche caratterizzate dalla semplicità tecnologica, tema di fondo dell’edizione di DAE 2017. 


UAGG & ROBERTO CANTARUTTI (ITA) - pittura

“UAGG!” è un progetto (nato dal Porto dei Benandanti e dal festival Notturni Diversi) che avvicina la poesia di Giuseppe Ungaretti e Allen Ginsberg, un esperimento che in libertà assoluta cattura il sentire e lo scrivere di Roberto Ferrari, Gianluca Gobbato, Guido Cupani, Francesco Tomada, Giacomo Sandron, Piero Simon Ostan, e la creatività pittorica di Roberto Cantarutti. 



FIARA (Dog, ROM), EEVA KUKKONEN (artist, FIN), FREDIANO BORTOLOTTI (artist, ITA) - performance-photo 
ADOTTA UN BASTARDO

Nel 2013 gli artisti installarono una catena attaccata al muro nel giardino di Dobialab ed invitarono Il pubblico a farsi incatenare come un cane; le diverse reazioni ed approcci del pubblico vennero immortalati. Lo scopo del progetto era: invitare le persone a salvare ed adottare I cani di strada di Bucarest, come Eeva e Frediano hanno fatto con Fiara. Dopo Quattro anni dopo verrà esposta una selezione dei ritratti…



ERIN MCKINNEY (USA) - fotografie

Erin McKinney è una fotografa/artista figurativa affascinata dal comportamento umano sia individuale che collettivo. I suoi soggetti variano da vicini bizzarri a festaioli selvaggi fino a persone che l’artista incontra per strada. Il suo lavoro da una sguardo intimo, scherzoso ed antropologico a diversi aspetti della vita, invitando noi a esplorarli attraverso il suo viaggio. 


MICHELA STACUL (ITA) - disegni

“Gli insetti non hanno diplomazia, sono molto brutali, non hanno comprensione, non hanno compromessi: non c’è da fidarsi degli insetti. Io, invece, avrei voluto diventare il primo insetto politico”

ZONOFF (SVI) - installazione audio

San Lucio é una zona di frontiera tra la Svizzera e l’Italia. Il giorno 16 agosto una festa ricorda i tempi in cui il confine tra Italia e Svizzera era delimitato da una alta rete metallica sorvegliata a vista dalle Guardie di Confine armate contro i contrabbandieri, che solo il giorno della sagra veniva aperta permettendo alle popolazioni delle due valli di venire a contatto e festeggiare insieme la solennità (qualche volta anche con troppo “calore umano”, ovvero memorabili risse favorite dalle abbondanti bevute di vino.)